PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Con la felicità

I miei occhi si chiudono
e davanti ad un foglio bianco
butto giù qualche riga
che parla un po' di me.

Mi sento così solo in questo universo affollato,
sento un peso che non capisco,
forse sono le sfide della vita
che ormai impegnano tutto me.

Egoista, molte volte arrogante
e piango, oso piangere
anche se ho tutto, non so,
forse ho un vuoto incolmabile.

Falso, come sono falso,
piango eppure ricevo più amore
di quel che merito,
non so come ma ho un vuoto dentro.

È un vuoto che solo non può essere preso,
un vuoto che cerco di colmare con la felicità.

Piango, piango in silenzio,
lo vedono tutti che sono triste
eppure dalla vita non posso
chiedere di meglio di quel che ho.

Mi rifugio in un sentimento,
non sono depresso
ma lascio che il dolore
in qualche modo prevalga, inconsciamente.

Voglio provare ogni soluzione
per essere felice
e inseguirò forse un sogno
per realizzarmi.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Francesca La Torre il 14/04/2012 23:36
    Bella, piaciuta molto."lascio che il dolore prevalga, inconsciamente", comprendo perfettamente:e' una tristezza che fa parte del carattere, io provo la stesso stato d'animo e mi sento anche in colpa.
  • Alessandro il 07/01/2012 01:05
    Accettare la tristezza, assimilarla, viverla. Il dolore deve scorrere prima o poi, o rischia di ossessionarci. E infine ci si può rialzare e inseguire un nuovo sogno. Complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0