username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Valige

Rumori affondano nel cocktail dei dissapori
Nessuno sguardo si volge al passato.
Il tempo non s'interroga sul futuro.
Nulla è rimasto.
Nessun pianto lava i dolori,
le desertiche emozioni non producono vibrazioni,
La vita è quel che è , ed è andata via
Sbattendo l'ultima porta.
Non incrocio più le dita,
non permetto al prossimo di mostrarmi i raggi di questo sole
malato, disperato che nulla ha più da riscaldare
non impegno la mente in banali elucubrazioni,
non nutro speranze, non nutro rancori.
Parto, lascio... Non scappo.
valige vuote,
sempre meno vuote di questi cupi anni,
valige vuote che trascino con me
e di cui non devo preoccuparmi.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • teresa... il 13/01/2012 20:11
    Sono momenti... E da tali destinati a tramontare grazie Maurizio. Bacio
  • mauri huis il 13/01/2012 20:01
    Faccio fatica a commentarla: è bella, è vero, ma così triste che non so cosa dire per tirarti un po' su. Passerà, forza dai!
  • teresa... il 09/01/2012 18:56
    Non tristezza brava... Consapevolezza! Bacio auguri a te, auguri a voi '
  • mariateresa morry il 09/01/2012 18:14
    TERESA... leggo un po' di tristezza, un po' di amarezza, ma anche un bel po' di consapevolezza, in questi tuoi versi... alla fine bisogna fare da soli, senza troppe illusioni, ma anche senza chiudere troppo... le valigie.. Tanti cari auguri per il 2012, teresa!
  • Aedo il 07/01/2012 00:49
    Vorresti ricominciare, ma non sai da dove, privata della gioia di esserci... Ma sei proprio sicura che nulla è rimasto? Forse in un angolino remoto del cuore arde ancora una fiammella, pronta ad espandersi... Coraggio, amica mia.
    Un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0