accedi   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

Lacrima l'onda
lasciando sulla spiaggia

assi di legno

da un mare senza approdi
s'imbarca acqua d'Amore

 

9
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 08/01/2012 15:02
    Tanka ammirevole che in pochi versi raggiunge una sintesi e una profondità inaudite: nella prima parte, l'onda di un oceano quasi piangente deposita sulla spiaggia assi di legno, i frammenti di una sorta di imbarcazione (il nostro cuore, o meglio, questa è la mia visione) che viene infine vinta e costretta a imbarcare acqua dalla forza del mare/amore, senza approdi: nessuno gli sfugge.
  • Fernando Piazza il 08/01/2012 14:36
    Suggestivo e significativo il pianto dell'onda che col suo moto perpetuo non risparmia, nel suo inevitabile avanzare, nemmeno i sentimenti più puri e persistenti, travolgendoli e sospingendoli fin dove (e fin quando) il suo capriccio non cesserà di esistere... Lotta impari tra due forze titaniche e resistenti come lo sono il moto inarrestabile del Mare e l'impulso insopprimibile dell'Amore...
  • Don Pompeo Mongiello il 08/01/2012 13:58
    Nella brevità che si suole a un Tanka, tutta l'armonia di un amore senza spine.

4 commenti:

  • Sergio Fravolini il 08/01/2012 10:49
    "da un mare senza approdi" ...

    Sergio
  • Elisabetta Fabrini il 08/01/2012 10:00
    Bravissimo.. un tanka favoloso, sembra una melodia!!
  • karen tognini il 08/01/2012 09:38
    Bellissima Vincenzo...
    un oceano d'Amore...

    Bello leggerti...
  • senzamaninbicicletta il 08/01/2012 09:09
    forse vuoi dire che non c'è riparo dall'amore? molto bello questo tanka e un sottile significato. complimenti vi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0