username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nei giardini sopra il colle

Correva il prato
di sotto scarpe logore
finché la corsa dava il fiato
e dai polmoni non scoppiava il cuore
correvano i giacigli
tra gli arbusti folli
fiori e margherite a cui tu somigli
e il toccar le parti molli
non era il posseder che m'ansimava
anima anima celeste a me donata
ricordo...
mossa la tua ciocca al vento
ti respiravo in un momento
quieto l'ansimar tra l'erba
dolce il viso tuo di superba
madonna immacolata.

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/02/2014 11:44
    Bei ricordi di momenti passionali e liberi che ritornano ogni tanto a riempire le nostre giornate vuote! Delicata poesia di un erotismo appena percettibile sommerso da un infinito raggio d'amore!
  • Raffaele Arena il 05/01/2013 20:47
    Eccezionale. Riletta a voce alta. Nostalgia viva, metafora ridotta al minimo con un ritmo che in calza fino alla chiusa idilliaca:
    "mossa la tua ciocca al vento
    ti respiravo in un momento
    quieto l'ansimar tra l'erba
    dolce il viso tuo di superba
    madonna immacolata".

2 commenti:

  • Anonimo il 26/01/2013 08:03
    molto dolce, mi piace
  • Pasquale Martino il 05/01/2013 21:45
    Grazie Raffaele, non sono abituato a ricevere naturalmente commenti alle mie, non praticando a mia volta commentare gli altri, ma è solo per non avere ruffianerie e non essere costretto dal ut te dos in questo sito ho cercato di praticare ma poi ho dovuto desistere, ho una grossa produzione di opere ed il relativo azzeramento dei crediti mi castrava e mi costringeva ad altre azioni per riguadagnarli e questo l'ho fatto presente ma senza nessun risultato così ho deciso di non pubblicare più oggi ho un sito mio e accolgo molti autori senza vessarli con regole così castranti, ciao e grazie.