PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Futuro (e doveroso) silenzio

ne sarà rimasto male per davvero
e forse da umorista veterano
vorrebbe riderne di gusto
della tragicomica rovina
in cui l'ammiratore l'ha gettato

dapprima mutilato nel pensiero
s'è trovato perso - poi - ed incompreso
nello svolgersi del tema ipotizzato
e s'è rivelato peggior destino
alla fin dei conti il risultato

forse col tempo potrà dimenticare
rivoltandosi meschino nella tomba
maledicendo il giorno disgraziato
che lo chiamò a fare da maestro

e nient'altro c'è da dire

che anche troppo è stato detto

 

l'autore senzamaninbicicletta ha riportato queste note sull'opera

dopo una discuss su pensiero pirandelliano il caporedattore di un noto sito letterarario mi liquidò così: "Non interpreti il futuro silenzio come offensivo, è proprio che non abbiamo tempo da perdere.


3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 09/01/2012 19:17
    Carissimo, intanto buon anno a lei e ai suoi cari. Direi che riscoprire il valore del silenzio sia un messaggio valido per tutti. Riscoprirlo ci rende anche più capaci, di riflesso, di scorgere il reale valore delle parole e ci insegna quindi a farne uso con moderazione rifuggendo da certa diluvialità spesso fuori luogo (mi rivolgo a me in prima persona in questo discorso perchè sono ben lontano dall'essere immune da questo scompenso). Riscoprire il silenzio per valorizzare davvero le parole. E scoprire la ricchezza di entrambe le dimensioni se le si sa gestire con il dovuto equilibrio. Una buona poesia in cui ho colto questo messaggio pregnante e sempre universalmente valido. Cordialità.
  • Don Pompeo Mongiello il 09/01/2012 14:52
    Una denuncia su chi avendo potere ne fa abuso, pur ignorante essendo.

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 09/01/2012 21:04
    non te la prendere, non aver tempo da perdere è come dire ti liquido, piaciuta molto.
  • roberto caterina il 09/01/2012 11:22
    si tratta di un'esperienza indubbiamente provante, difficile da cogliere nel testo senza la tua spiegazione, non si capisce se parli di te stesso o del caporedattore.. ma in fin dei conti perdere tempo è un tema pirandelliano in uno, nessuno e centomila..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0