PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Perle di corallo

Un giorno ti troverò
e avrai negli occhi
lo stupore di un gatto
che guarda la luna sul tetto.

Mi accoglierai col sorriso
di chi vede il sole tramontare nel mare,
guarderai il mio viso
come un naufrago guarda una spiaggia lontana.

Tu che conosci le parole d'amore
scritte sui vetri appannati,
tu che cancelli quelle parole
sperando di leggerne ancora,

tu, avida di carezze nascoste,
di abbracci con le braccia e con il cuore,
di baci ardenti come fuoco
e di amplessi senza tempo in luoghi lontani,

tu, proprio tu,
mi prenderai per le mani,
e mi condurrai nelle stanze
di un castello fatato,

là dove non esiste più
la nebbia dei ricordi,
e dove si incontrano
sorrisi di gioia infinita.

Mi offrirai il tuo corpo perfetto
come si offre da bere ad un assetato,
ti adagerai su un letto di rose senza spine
per colorare di rosso il fuoco della passione.

Sarai per me come un campo verde a primavera,
come l'ombra di un albero nella calura dell'estate,
come il tepore di un raggio di sole in autunno,
come le fiamme scoppiettanti di un camino nel freddo dell'inverno.

Solcherò il tuo corpo
navigando nel mare inquieto della tua essenza di donna,
soffocherò le tue grida di piacere
con mille parole dolci come miele,

e quando alla fine giungerà l'estasi,
strapperò dai tuoi occhi
la tua anima nascosta
per farne perle di corallo per il mio cuore.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0