PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Preferisco esser da sola

un tempo vivevo
con una piacevole ansia
a mordermi lo stomaco

nella profonda convinzione
che avrei trovato l'uomo ideale
a sopperire alla mia carenza
d'amore.

In quel sogno riponevo
ogni speranza
col risultato di trovarmi sempre,
dopo ogni storia, ferita ad oltranza.

Così che or più mi innamoro...
è come se avessi sul petto
all'altezza del cuore
un masso a schiacciare
ogni palpito ed ogni probabile volo.

Una condizione che più mi fa soffrire
forse perchè troppo esacerbata
dalle delusioni patite, adagiata
sulla riva di un mare placido
che tempeste non prevede,
assuefatta al ritornello
del -va bene anche così-

più mi adopero a trovar la leva
per centrare il fulcro del masso
e farlo rotolare lontano dal cuore.

Forse cinica potrei apparire
se ritengo boiate pazzesche
le parole amiche, di coloro
che mi invitano a ritentar la sorte.

Che non se la prendano a male,
ma dopo aver dato
amore a iosa anche a chi non meritava,

mi trovo finalmente ad amar me stessa
a coccolarmi senza più abnegarmi
per qualcuno.

Io sono mia e mi appartengo
ed ora non ritengo
opportuno il cuore riaprire,

forse col tempo rivedrò
la mia posizione,
ma per il momento vivo
bene così , senza turbamento
considerando
meglio esser sola che... mal accompagnata!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 28/07/2014 12:53
    Bella... io ci leggo melanconia per una solitudine imposta dalle delusioni della vita ma anche l'orgoglio per una solitudine in cui si è in compagnia di se stessi... mi piace

12 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 12/01/2012 16:19
    Veramente apprezzata e piaciuta questa tua bellissima!
  • Fabio Mancini il 11/01/2012 22:03
    Il "meglio sola... " è una magra consolazione nei riguardi di una condizione peggiore. Meglio invece non accontentarsi e sperare che Dio ci riservi il Bene sommo. Un bacio gentile, Fabio.
  • mariateresa morry il 11/01/2012 13:04
    Più che una poesia, cara Lory, questa è una forma di testamento in versi circa un iter sentimentale. Mi sembra giusto e consapevole capire che ci deve essere un momento di sosta, di riflessione e anche di un diverso modo di guardare le cose... eppoi non serve cercare, le situazioni, le circostanze e le persone si presentano impreviste alla nostra vita... poi potrebbe pure cambiare il modo di poetare, guardare altro e oltre... anche questa è una manifestazione dell'amore!!!
  • - Giama - il 10/01/2012 23:34
    mi trovo finalmente ad amar me stessa...

    questo deve essere il punto di partenza per ciascuno di noi, il principio di una qualsiasi relazione (amore o amicizia);
    l'amore può chiedere anche qualche sacrificio, ma mai il proprio...

    grande lor!

    smack!
    Gia
  • Alessandro il 10/01/2012 20:30
    Disillusione, un pizzico di cinismo, ferite fresche... ma fidati, un cuore è sempre pronto a nutrirsi di speranza.
  • Anonimo il 10/01/2012 19:57
    direi che hai scritto una poesia davvero molto bella... hai sdrammatizzato con parole sublimi un tuo stato d'animo probabilmente triste, davvero molto brava lor
  • Anna Rossi il 10/01/2012 11:27
    non siamo noi a comandare l'amore. è l'amore che ci domina. non chiede il nostro permesso. scombussola le regole, e quando arriva.. arriva quella tempesta che tanto ci piace. è un'illusione credere di appartenere se stessi. adesso non c'è la persona che accende l'interruttore della bufera. ma se arriva hai voglia di... resistere. diventerai vento..
  • Ada Piras il 10/01/2012 11:22
    L'amore per se stessi sembra egoistico... ma poi alla fine
    sarà un dono per gli altri ma senza forzature... Bellissima
    Loretta.
  • Teresa Tripodi il 10/01/2012 09:31
    non si vive solo di inizi ed eccitazini... magari fosse così... tutto sarebbe più facile... quando tutto è sorpresa e niente ti appartiene... poi dopo iniziano le domande... sono meravigliosi i tuoi versi... no, non accontentarti del va bene anche così, non è giusto, non si cala il sipario non è il momento e mai lo sarà finchè vivremo.
  • Vilma il 10/01/2012 08:13
    molto apprezzati i tuoi versi
  • Vincenzo Capitanucci il 10/01/2012 08:12
    è il plesso solare... non trovando la sua espansione... diventa tagliente come un pezzo di ghiaccio...

    Bravissima L'or... bisogna coccolarsi...(anche con un po' di cioccolata calda)... amando l'infinito che giace in noi stessi...
  • vincent corbo il 10/01/2012 08:10
    Questo sì che è parlare! Prima di tutto bisogna amare se stessi. Vai avanti così.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0