PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pensieri

Quante sono le dita delle mani,
quanti gli occhi, le orecchie...
sensi che captano i nostri messaggi.
A volte vorremmo che l'unico senso,
il cuore, potesse percepire i nostri pensieri,
la parte più importante di noi stessi,
che non sappiamo esprimere,
che ci vergognamo a trasmettere.
Quanti affanni ci risparmieremmo,
incomprensioni, equivoci...
Ci tengono lontani da chi amiamo
A volte ci rendono inaccessibili...
Cuore... batti, batti, hai due toni...
Due uniche parole... ti amo.

 

3
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Vincenza il 17/01/2012 15:16
    Mi scusi Arcano, invidia di chi e di che cosa? Fra gente pensante non si usa la provocazione ma il confronto che è decisamente un'altra cosa. Lei ha mai sentito parlare di metrica? La usavano i letterati ovvero i poeti.. di una volta. Ora non mi pare neanche che qui siamo all'Accademia della Crusca, dove per altro attualmente stanno seguendo l'evoluzione della lingua o meglio della parlata corrente che purtroppo sta prendendo posto nella nostra lingua. Non mi pare neanche che Lei sia un Professore dell'Accademia da me menzionata. Tanto per ricordarle chiunque scrive lo fa per comunicare altri sensi, per confrontare i propri sentimenti ed esternare ciò che apertamente non vuole o non può fare. Lei ha letto la mia "la grande madre"? Sono sicura di no altrimenti avrebbe capito perchè io scrivo e continuerò a farlo sorridendo ogni qual volta Lei si erigerà a Professorino. Adesso sono io che Le dico non me ne voglia! Saluti
  • Gianni Spadavecchia il 14/01/2012 16:34
    Cuore batti, sempre più in fretta, quando senti le parole "Ti Amo". Bella^^
  • Ada Piras il 12/01/2012 18:56
    Tanta voglia di dirle ancora... quelle due parole... ti/e... amo.
    Bellissima...
  • A. A. il 12/01/2012 17:23
    Orribile. Linguaggio estremamente banale. Troppe congiunzioni. Eccessiva punteggiatura.
    Insomma, un bordello di parole senza ordine.
    Non gradita.
    Un saluto
    A. A.
    PS: Riscrivila
  • senzamaninbicicletta il 12/01/2012 12:26
    bello il significato in chiusa, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0