accedi   |   crea nuovo account

In ricordo della Shoah

Dammi la mano,
non aver paura,
guarda com'è bella la luna!
La porta si chiude
più nulla si vede...
si sente...
Urla e grida,
un suono assordante che strida,
un odore che toglie il respiro,
e nessuno li dentro è più vivo.

Assurdità dell'essere umano,
"umano?!!"
Razza superiore?
Colore della pelle?
Siamo sotto lo stesso cielo,
le stesse stelle!
Se la storia non è fantasia,
scongiuriamo per sempre,
il pericolo
di una nuova "egemonia".
Ogni popolo,
di ogni razza e colore,
ogni individuo,
"diverso" nel fisico o nel cuore,
hanno gli stessi diritti
e lo stesso valore.

 

4
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • rosanna gazzaniga il 26/01/2012 21:17
    Molto intensa, tema condiviso, complimenti!
  • Anonimo il 12/01/2012 22:04
    molto apprezzata, complimenti per la scelta del tema e delle parole
  • loretta margherita citarei il 12/01/2012 19:41
    ottima poesia, mai più simili orrori
  • Terry Di Vetta il 12/01/2012 18:54
    Mi dispiace caro Arcano di non essere all'altezza,è vero, accettami così come sono, una autentica disconessa, non ho mai avuto la presunzione di sentirmi un "poeta", mi piace scrivere e scrivo quello che sento, così, semplicemente... ciao!
  • Ada Piras il 12/01/2012 18:27
    Giusto ricordare... una sola razza... nel fisico nel cuore...
    diverse le abitudini e il colore... non i diritti e il valore.
  • Alessandro il 12/01/2012 18:19
    Apprezzatissima. Concetti chiari e diretti. Per non dimenticare.
  • cris il 12/01/2012 18:05
    grandi verita brava terry... mi dissocio completamente da arcano che spara sentenze piene di presunzione... se veramente lui fosse un fenomeno di certo non era qui tra noi comuni amanti della poesia, dico solo arcano cerca di maturare un pò... ciao terry e brava ancora
  • A. A. il 12/01/2012 16:37
    Orribile. È completamente disconnessa.
    Sono solo parole ingarbugliate tra loro senza senso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0