accedi   |   crea nuovo account

Una storia su di te

Voglio scrivere una storia su di te.
Una storia vera che
non a caso parli anche di me,
dicendo quale sia la verità
non quella che conoscono gli amici
non quella che raccontiamo noi
né quella che vorremmo sentire.

La storia di come sono andate le cose
tu sai che non la possiamo raccontare,
che sarebbe incredibile per tutti,
forse ci toglieranno il saluto
o ci prenderanno per pazzi.

Una storia da raccontare mentre fumi
guardando il soffitto
e i suoi disegni,
una storia dove ci sei solo tu
perché io sono molto, molto lontana.

 

l'autore mariateresa morry ha riportato queste note sull'opera

questo è un tentativo minimalista, ossia tentare di scrivere una poesia con vocaboli poveri, essenziali, da linguaggio parlato. Si può fare?


4
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • PIERO il 19/02/2012 19:39
    Come sai, Mariateresa, non amo le poesie, poi sono passato di qui e mi sono detto "questa sì, però". Non avevo ancora letto le tue note a commento, e allora ho capito perché mi piaceva.
    Forse è solo di più facile lettura, ma io ci trovo dentro le tue esperienze di vita, che conosci solo tu, e forse lui, ma anche le mie, quelle di altri. Non so, è come se tu avessi detto "io apro questo cassetto, ci sono dentro tante cose di me che non voglio tenere solo per me" e questo ci induce ad aprire a nostra volta i nostri cassetti. Questa, almeno, è la riflessione a cui mi ha stimolato.
  • Raffaele Arena il 13/01/2012 23:43
    Mi illumino d'immenso. Sono parole difficili queste? Sofisticate? Ora, a parte il commento al post scritum, trovo questa poesia sincera e chiara. E questa qualità la si perde nella ricerca disperata della metrica, del ritmo. Anche questa, e per fortuna, e bella!

7 commenti:

  • Grazia Denaro il 31/01/2012 19:29
    Poesia ermetica...!
  • mariateresa morry il 13/01/2012 23:16
    Grazie Ragazzi, allora insisto... arriverò all'anti-poesia
  • Anonimo il 13/01/2012 23:10
    Si può, si può. Anzi credo che meriti anche un applauso, sia per la tua poliedricità, sia per averlo fatto, al di là del contenuto poetico espresso. Complimenti, valida poetessa!
  • - Giama - il 13/01/2012 22:17
    Io penso che sia a volte più difficile scrivere in maniera "semplice" ed esprimere profondamente un concetto piuttosto che farlo utilizzando un linguaggio meno semplice, anche se il "semplice" è piuttosto relativo.
    Specie quando si vuole trasmettere attraverso un canale più diretto, il linguaggio parlato risulta essere quello più efficace e, se non si perde di vista la poesia, il risultato è assicurato!

    Brava Mariateresa!

    ciao
    gia
  • Anonimo il 13/01/2012 21:40
    certo che si può fare Mariateresa è una delle cose che apprezzo di più
  • loretta margherita citarei il 13/01/2012 20:28
    molto apprezzata, sperimentare fa bene
  • mauri huis il 13/01/2012 20:11
    La classe è classe: secondo me tu potresti scrivere l'elenco telefonico (se ancora esistesse) senza annoiare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0