accedi   |   crea nuovo account

Alla frutta

Costruita la torre
questa fu distrutta
e tutti liberi, alla frutta.

Poi in cerca di acqua
e di qui la battaglia.
Feroce e atroce.

 

5
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Raffaele Arena il 14/01/2012 23:26
    Spero di non essere un buon profeta. Grazie per i vostri meravigliosi commenti!
  • anna marinelli il 14/01/2012 20:48
    Poi in cerca di acqua
    e di qui la battaglia.
    Feroce e atroce.
    E cominciò la croce!

    Bellaaaaaaa!!!
  • giuliano paolini il 14/01/2012 15:12
    piango sotto la doccia così perchè le mie lacrime abbiano un retrogusto un po' meno salato, ho portato un secchio di sabbia in riva al mare la sera senza che alcuno mi vedesse così il mattino tutto sembrava a posto lo sguardo al cielo e lui di rimando butta un occhio quaggiù ma lo fa la sera in modo che le stelle non si accorgano di questo strano gioco del vorrei essere la e qua.
  • Alessandro il 14/01/2012 14:13
    In pochi versi hai profetizzato il nostro avvenire distruttivo. Piaciuta moltissimo
  • mariateresa morry il 14/01/2012 13:08
    Molto ben profetata la visione del futuro che ci attende. Dopo l'esaltazione delirante della babele, l'umanità torna ad immani lotte per sopravvivere.. che cosa ci sarà mai di più prezioso dell'acqua... ci batteremo per contenderci la cosa più umile e vitale? Bravo Raf.. sempre a colpi di frusta sulle coscienze!!
  • Ettore Vita il 14/01/2012 11:54
    Poesia asciutta ed intensa, ricca di significati anche evocativi.
    L'uomo si affanna, poi specialmente per i vinti, la torre crolla e si precipita in basso.
    Alla miseria è duro abituarsi, dopo aver provato il benessere e gli agi, e inizia la dura lotta per la sopravvivenza e non solo. Sfruttamento dell'uomo sull'uomo, guerre, furti, soprusi. Il tutto simboleggiato nella lotta per l'acqua bene primordiale che appaga il bisogno primitivo di sopravvivenza.
    Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0