accedi   |   crea nuovo account

Dicotomia di un fuori campo

Sprofondare
in un paradisiaco diamante
in un delirio di sensi

una mazza da baseball colpisce una palla
dalla curva arcuata

un calice di cristallo cade
dal tavolo
macchiando di rosso

un marmo bianco

il corpo
inesorabilmente

affonda

ultimo inning
in uno stagno del tempo

 

5
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 14/01/2012 19:36
    Oh, in questa poesia riesci molto bene a stabilire una similitudine tra sport (e poi che sport, un baseball ingiustamente ignorato a favore di altri sport tanto decantati e meno nobili) e vita. Nel colpire la palla da baseball con la mazza ci vedo un colpire un'opportunità offertaci dal destino, colpire in senso positivo; arriva insomma un'opportunità dal cielo (io sono credente e l'ho detto più volte, quindi credo anche in questi segni) e il nostro colpire quella palla opportunità con la mazza indica che accettiamo di affrontarla e di giocarcela, poi corriamo per fare punto da una base all'altra e in quello vi è la genuinità del nostro impegno derivante dalla consapevolezza di dover agire in prima persona per regalarsi la realtà e non di dover attendere che ci suoni il campanellodi casa. Una poesia di ottima fattura come al solito, bravo Vincenzo. Cordialità.

4 commenti:

  • Fernando Piazza il 14/01/2012 20:59
    Bello! Uno splendido fuoricampo... di quelli che fermano per un attimo il tempo e il respiro... mentre intorno il mondo continua a girare... finchè la palla non arresta la sua corsa... e la vita riprende a scorrere...
    Staticità e movimento... fuori sincrono.
  • loretta margherita citarei il 14/01/2012 20:42
    super originale la tua genialità non ha confini, ottima
  • John Barleycorn il 14/01/2012 07:43
    Bellissimo l'accostamento al baseball, sport di intelletto e strategia. Oltre che di passione.
  • karen tognini il 14/01/2012 07:29
    Buon giorno Vince... bellissima...
    un tripudio di sensazioni... visioni...

    delirio di sensi... il Divino affonda in Te...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0