PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sonnolenza

Son qui a riprendermi
il mondo sulle spalle
il fardello d'una vita
che punge e scortica
lentamente e scuoia con forza
la mia carne
e tu silenziosa
mi guardi e annuisci
mordendoti le labbra
un sapore di lavanda
sprigiona nell'aria
il tuo venire silenziosa
alle luci del nuovo giorno
cieli ove nuvole
passano e vanno oltre
ma lasciano sempre
una goccia
che mi ricordano di te
tu che non m'appartieni
come nulla è mai nostro
ma solo un tiepido calore
che s'accende
come il sorgere del sole
che non lo chiami mai
lui è solo di passaggio
prima riscalda il cuore
ed alla soglia della sera
s'allontana
e tu scappi lasciando
in me quel torpore
e la tristezza
che stringe forte il petto
aumentando il mio respiro
nell'ansioso e doloroso distacco
al nascere
d'un profondo sonno.

 

7
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • anna marinelli il 14/01/2012 21:26
    "... lui è solo di passaggio
    prima riscalda il cuore
    ed alla soglia della sera
    s'allontana
    e tu scappi lasciando
    in me quel torpore
    e la tristezza..."


    Si scappa quando non si ama più...è triste ma è la verità.. e tu poeta che dai in prestito le tue parole che assurgono a lamento universale, grido comune, pianto condiviso... hai scritto qualcosa che giunge dritto al cuore di ognuno... tutti noi vorremmo che il sole del mattino non tramontasse mai.. ma il suo viaggio è necessario...è il ciclo della vita che lo richiede... vedi Giuseppe.. ora faccio un romanzo! ahahahh. un saluto caro. Bravo, te lo meriti.
  • loretta margherita citarei il 14/01/2012 20:48
    splendida peppì. molto musicale si legge tutta d'un fiato
  • Giacomo Scimonelli il 14/01/2012 17:10
    versi che mi hanno colpito profondamente... si sente l'anima dell'uomo e l'urlo del Poeta... stupenda
  • laura marchetti il 14/01/2012 13:57
    LEGGERTI È RIDERE PIANGERE AMARE COMMUOVERSI... VIVERE... STUPENDA!
  • ELISA DURANTE il 14/01/2012 10:47
    Bei versi, anche se pieni di tangibile sconforto...
  • Ada Piras il 14/01/2012 10:30
    Bellissima... emerge il senso di tristezza di non avere accanto la persona desiderata... fino al gingere del sonno.
  • Vilma il 14/01/2012 10:24
    bellissimi versi che ho apprezzato molto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0