accedi   |   crea nuovo account

Gelo

La vecchia panchina di legno nel mio giardino
per l'ennesima volta è rimasta vuota.

Rivolta verso l'orizzonte dove il sole
dona a chi si accomanda stupendi tramonti.

Eppure vi sono rimasta sola
sguardo lacrimante, fiato lungo, animo arreso.

Mi dicono spesso che è inutile restare fuori ad aspettare
ora è freddo e nessuno che mi possa riscaldare.

Sono difficile da capire ma non mi sposto da dove stavo bene
tornerà ne sono certa ed è lì che mi dovrà trovare.

Starò ad aspettare chi mi ama come io penso e spero
guarderò i rossi tramonti ricordando i giorni passati.

Mia dolce panchina solo tu però conosci il gelo nell'anima mia
solo tu hai visto le tante lacrime versate per la mia impotenza
solo tu puoi sentire il battito del mio cuore ora che è in attesa
solo tu riesci a tenermi stretta per non farmi crollare
solo tu mi sussurri che il mio amore lo aiuta anche se non ci sono.

La vita è questa panchina rivolta al tramonto
dove ti aspetto.

Ti ho atteso da una vita
come posso non aspettare che passino altri tramonti
per potere avere il tuo amore anche solo per il tempo di un raggio di sole.

 

2
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 14/01/2012 23:19
    Meraviglioso pensiero introspettivo, con la fantasia concreta di un dialogo immaginario nei confronti della panchina di riferimento. MOlto originale. Piaciuta.

7 commenti:

  • stella luce il 17/01/2012 11:07
    grazie a tutti per le vostre parole... ora queste mie parole hanno un valore ancora più reale... grazie a tutti...
  • anna marinelli il 14/01/2012 21:42
    tenera e radicata speranza di un amore che tarda a venire.. la panchina rimane sola... in attesa di ospitare l'amato che il cuore attende ad oltranza!
  • Stanislao Mounlisky il 14/01/2012 18:53
    trasmetti benissimo il senso di sofferenza e solitudine
  • denny red. il 14/01/2012 17:14
    Mia dolce..
    come posso non aspettare..
    solo tu..
    Dolcissima Stella, Bella!! un gelo..
    una carezza.. Brava Luce
    Un Abbraccio..

  • Ada Piras il 14/01/2012 16:14
    Molto freddo su quella panchina... ma il sole caldo col suo raggio la tornerà a scaldare... e il tuo amore tornare... Molto bella.
  • mariateresa morry il 14/01/2012 15:33
    STellaluce, ma tu un sorriso non lo fai proprio mai??
  • Alessandro il 14/01/2012 14:03
    Un'attesa eterna sul gelo di una panchina, una "compagna" di conversazione... piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0