PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sedicidigennaio

Vecchi e saggi amici
pini odorosi di resina salmastra
mi salutano benigni al mattino,
sussurrano nel vento
d'amore e di vita.

Proteggono il volo
di tortore rosa e merli azzurrini
nidi di paglia
intrecci amorosi
per nuovi pulcini.

Ombra nel sole
allo zenit mi accogli
e guardi benevola
i miei sogni leggeri.

Carezze nella sera
di luce rubina
filtra il tramonto
tra fronde sinuose

E oggi
triste e muta,
complice di morte
nel giorno in cui nacqui.
Con occhi asciutti
e l'anima chiusa a forza
in una stanza vuota.

Anni di pioggia e di sole
fatti a pezzi, smembrati,
persi per sempre.

Domani il sole mi colpirà
con maglio di fuoco
sul colpevole mio silenzio
a ricordare
una vita insieme

e la pioggia invaderà
questo cuore graffiato
da cortecce impietrite
che tacito ha visto
la vostra fine.

 

l'autore gina ha riportato queste note sull'opera

Dedicato ai due grandi pini, che hanno accompagnato la mia vita fino ad oggi. Abbattuti perchè divenuti pericolosi.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 27/01/2012 15:44
    Dedica molto dolce e delicata nello scrivere questi versi.. Davvero brava Un vero peccato..
  • mauri huis il 27/01/2012 09:18
    Vero. Agli alberi ci si affeziona. Bella poesia
  • Roberto Tommasi il 23/01/2012 12:40
    Le poesie dedicate alla natura sono sempre bellissime...
  • gina il 22/01/2012 20:55
    Grazie per i vs. commenti, è sempre un po' triste uccidere un albero.
    Ancor più se la sua presenza ci ha accompagnato per tutta la vita...
    Ormai dal suono del vento nelle loro fronde riuscivo a capire se stava cambiando il tempo, era un po' come se parlassero.
  • Anonimo il 22/01/2012 17:13
    L'autrice ha saputo con questa lirica dare una dimostrazione d'amore verso madre natura. Complimenti all'autrice.
  • luigi granito il 21/01/2012 03:23
    Eri davvero legata ai tuoi pini!
    Ti senti complice?
    Potrai avere altri mille pini nell eternità, e non dovrai tagliarli, cresceranno finchè non ci sarà più la luna
    Però capisco la tua tristezza, anch'io amo gli alberi, specialmente quelli che crescono grossi e poderosi.
  • Anonimo il 19/01/2012 17:17
    Compi gli anni nllo stesso giorno che li compie mia moglie...!!!
    bella poesia, capisco bene il tuo stato d'animo. ciaociao, e brava.
  • - Giama - il 17/01/2012 22:43
    Splendida, delicata poesia; i tuoi versi renderanno merito a questo ricordo dal valore eterno!
    Bravissima!

    Ciao gia
  • Anonimo il 17/01/2012 20:58
    dedica meravigliosa a creature generose e meravigliose...
    regalano ombra, accolgono nidi per uccelli, riparano dalla pioggia, ed anche dopo morti legna per scaldare... grande dono del creato... bravissima gina a dedicar loro questa splendida lirica... carla
  • loretta margherita citarei il 17/01/2012 14:13
    molto bella, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0