PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Salice piangente

L'albero di cui parlo
è il salice
e piange ancora
adesso ti sono accanto
e la tua presenza
fa tremare
il mio cuore infranto
vincolato ai tuoi rami
contemplo il silenzio
che non trovavo
mentre versavo
sulle tue radici
l'acqua delle mie lacrime
un gelido vento
ostinato nella notte
piegava il mio tronco
per portarmi lontano
ma la tua forza mi sostiene
come un cireneo
per non farmi cadere
flagellato nel fango.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0