accedi   |   crea nuovo account

Prigioniero

Solo
col nudo affanno
senza respiro
e il grido della carne
che sale
dal fondo di una fossa
Il cielo oltre le sbarre
tende le sue braccia
sul mio spirito amaro
da un lontano campanile
un lamento di bronzo
segna i rintocchi
nell'umida aria
anche il mio cuore
batte convulsamente
nel sinistro deliquio
d'ombre e bistro
dentro un abisso
crolla la mia vita
e piango
mio Dio
mio Dio
non mi sopporto più
su un ramo verde
un uccel piange
singhiozza
la pioggia che scende.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0