PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A Graziella Campagna

Tra i dirupi di quell'antico fortino
nell'alture ombrose dei peloritani colli
tu
piccola vergine immolata
da sacrileghe mani assassine
al cielo sali inattesa sposa
piovono lacrime sul tuo corpo
che piangente natura riversa
maledetti
grida la terra scossa
sareste voi l'onorata società?
Vomitati invece foste
dalla più lurida melma
via o maledetti
nell'abisso dei rimorsi
non vi estinguerà mai
l'inestinguibile fuoco.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0