PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A domanda risposta

Forse non sarà mai come lo immagino,
ma la colpa è mia che guardo il mondo,
con gli occhi spaventati di un bambino sordo,
lamentandomi a pugni chiusi di nascosto,
camminando solitario tra ritratti di utopie,
ma in fondo non faccio niente,
per aggiungere a questa Storia,
come fecero i miei avi,
un po' di sangue,
un po' di vita,
un po' più di me stesso...

cosa siamo diventati,
cosa è stato di ciò che eravamo?
Davvero conta solo quello che abbiamo?
Gurda le mie tasche, sono piene di colori e fogli di carta,
in me non c'è altro che tu possa prendere,
allora perchè oggi mi chiedi di raccontarti,
davvero t'interessa d'ascoltarmi?

oppure sono io che ho frainteso?
conosci il rischio che corri alimentando la mia follia?
vattene, ora che sei ancora in tempo,
altrimenti resta e sia quel che sia...

Forse non sarà mai come lo vorrei,
ma la colpa è solo mia che guardo il mondo,
con gli occhi innamorati di un poeta ingenuo,
prendendo appunti di nascosto,
camminando solitario tra lacrime e fantasie,
ma infondo non faccio niente.
per aggiungere a questa Storia,
come fecero i miei avi,
un po' di sangue,
un po' di vita,
un po' più di me stesso...

cosa siamo diventati,
cosa ne è stato di sentimenti ed emozioni?
Davvero conta solo quello che si può possedere e vendere?
le mie parole senza mercato non fanno tendenza,
in me non c'è niente che valga la pena prendere,
allora perchè oggi mi chiedi di raccontarti,
davvero t'interessa d'ascoltarmi?
oppure sono io che ho frainteso?
conosci il rischio che corri alimentando la mia follia?
vattene, ora che sei ancora in tempo...
altrimenti resta e sia quel che sia...

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • mario durante il 01/07/2012 23:26
    Secondo me e solo per il mio sentire, avrebbe bisogno di cesello.
    Comunque l'impianto è buono. Devo rileggerla e studiarla meglio, nasconde ciò che vuol dire.
    mario durante

2 commenti:

  • luigi deluca il 25/02/2014 08:20
    "Cosa siamo diventati"
    bè, un pò, è colpa nostra...
  • mario durante il 01/07/2012 23:27
    Quante domande, quante risposte in questo mondo?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0