PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Appeso

Nuotando in un mare
senza più differenze,
franto da schegge
di caotico nulla,
ho schivato sirene
di doppie parole.
Avvinto alla certezza
ho abboccato:
sto appeso all'amo
di Cristo.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Marco Briz il 22/01/2012 15:26
    Scrivi in modo molto originale (associandomi a mariateresa) poesia di notevole spessore in un numero di versi corretto. Bravissimo.
  • mariateresa morry il 20/01/2012 15:45
    Una serie di versi di notevole originalità, visto che c'è un riferimento religioso molto preciso ed inequivoco. L'autore rende con lucidità l'idea che nel mondo confuso e degno della doppiezza, c'è un riparo forte, anche se l'essere appesi all'amo di Cristo ( concetto intrisenco del voler " essere pescati da Cristo" non fa venir meno la nostra condizione di fragilità. L'amo è forte, sta a noi voler continuare a rimanerci appesi... Ottima prova, Cortese.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0