PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vivendo nel vuoto

Lontano, lontanissimo
tuona l'eco tuo, lontano.
I solchi miei si squarciano,
il silienzio ritona in un attimo.

Rigano il mio cuore
amare goccie di rugiada,
incapace di parlare
insanguino la spada.

Distruggo tutto ancora
per paura,
mentre gli occhi tuoi risplendono
e i vulcani miei si annebbiano.

Vivere o morire
la scelta che ho da fare,
ma io non posso scegliere.

Ferma resterò, sognando.
Sola rimarrç, piangendo.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0