PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ddu Stiddi (due stelle)

Sant'Aita è la martiri di tutti i Catanisi,
A Santuzza giovani ccu' ddu' piruzzi nichi.
Puttata n'processioni di tutti i so' ddivoti
Ca sa taliunu fissa, lassannuci l'occhi e u cori.
Nesci a matina prestu o quattru di Febbraiu,
a genti affriddata, s'assetta 'nde pisola,
aspittannu ddu mumentu di virilla ancora fora.
U cori abbatti fotti quannu spunta avanti o ddomu,
ca a statu sempri a so casa'ndi l'anni e ppi tutti l'autri ancora.
Su ti talii attonnu, t'attrovi tra la genti,
ca e 'nmari di coppuli niuri e di fazzuletti ianchi.
Su senti comu a 'ntamburu, è u cori dde prisenti,
s'accucchia unu ppi tutti e fa a tutti cuntenti.
A coppu di cannuni, si leva 'nda l'aria u focu,
ppi salutari a Santa ca abbinirici a strada, ppi idda e i so' carusi,
ca ammuttunu tutta a junnata.
Ie bedda comu o suli e i stiddi 'ddo firmamentu,
si isa sulu 'ngridu " Tutti devoti tutti" svintuliu di fazzuletti
e accumincia u passu lentu.
C'è calia, c'è simenza, turruni e bomboloni, non manca propri unenti
È ppi Sant'Aituzza bedda ca travagghia a povira genti.
Ahh!! Dda vara, chi spittaculu putenti, d'argentu e ddu ferculu
paratu di migghiara ddi ciuri di jarofulu, dall'odori inebrianti.
Vicinu o scrignu, u parrinu cchiù 'mpurtanti, ie a so spadda
U devotu fideli di tanti tempi.
S'abbrancica sta vara di cussa 'nda cchianata,
scippannu qualche lacrima dda genti emuziunata.
Su ti stringi u pettu e chianci ppà to patruna,
ricci ddu paroli sinceri, idda non t'abbannuna.


Traduzione in Italiano

Sant'Agata è la martire di tutti i Catanesi
La santuzza giovane con due piccoli piedi,
portata in processione da tutti i suoi devoti,
che la guardano fissa, posando gli occhi ed il cuore.
Esce la mattina presto il 4 di febbraio,
la gente infreddolita si siede sui gradini,
aspettando quel momento di vederla ancora fuori.
Il cuore batte forte quando appare davanti al Duomo
Che è stata da sempre la sua casa e per tanti anni ancora.
Se ti guardi attorno ti trovi tra la gente come in una marea, di cappeli neri
e fazzoletti bianchi.
Se senti come un tamburo, è il cuore dei presenti, si unisce in un tutt'uno,
facendo tutti contenti.

12

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0