PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Almeno un capello

La felicità è passata
non l'ho fermata
l'ho salutata passando per strada
penso mi abbia sorriso
eppure non si è voltata
la guancia non mi ha accarezzato
nessun bacio mi ha regalato
e nemmeno un breve passaggio.

Non fa nulla credo
seguirò la mia direzione
nasconderò ogni passione
e arriverò alla sua fermata
prenderò in pugno questa puttana
raggiungerò la prossima spiaggia
e faremo l'amore per ore
senza nessuna preoccupazione
la stuprerò quella mignotta
saremo io e te come in una grotta
e pianterò il mio seme nella fessura
le radici nella fenditura
e per mano ti terrò stretta
mia amante maledetta.

Affronterei ogni partita
se avessi in mano qualcosa di te
almeno un capello della vita.

 

3
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • vasily biserov il 19/01/2012 22:48
    non pensavo a tanto entusiasmo! grazie a tutti!!
  • Anonimo il 19/01/2012 21:59
    mi piace questa tua poesia, bravo
  • Alessandro il 19/01/2012 21:57
    Un solo grammo di felicità, largo quanto un capello, basterebbe a redimerci e a consentirci di affrontare ogni cosa... ma ci viene negato. Molto profonda.
  • Anonimo il 19/01/2012 19:33
    bella Vas davvero, per come è scritta e come trasmette il suo contenuto, un genere che mi piace tanto.

    La felicità è passata
    non l'ho fermata
    l'ho salutata passando per strada
    penso mi abbia sorriso
    eppure non si è voltata
    la guancia non mi ha accarezzato
    nessun bacio mi ha regalato
    e nemmeno un breve passaggio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0