PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Candela al vento

Sono come una candela spenta da un soffio di vento
con ancora tanta cera da consumare.
Il mio uomo mi ha presa e riposta
sul fondo del suo buio
per potermi un giorno ritrovare.

Così come la candela
anche se ormai raramente usata
esce dal nostro cassetto
nei momenti in cui la luce artificiale
ci viene a mancare
così la fiamma che accese il mio cuore
tornerà dal suo viaggio
riaccendendo le mie speranze.

Tornerà allora la mia vita a fare luce
nel suo cuore.

Così come la cera non si consuma
senza il calore del fuoco
così anche il mio amore per Lui
non svanirà
attenderà il calore del suo venire.

Torneremo allora a fare luce
in questo buio in cui
come una candela spenta
stiamo a guardare ed aspettare
il momento un cui
nell'oscurità ci vorrà luce.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • giuliano cimino il 21/01/2012 00:03
    intima fin troppo che quasi mi sento a disagio commentare amica mia, le tue poesie mi scavano dentro meravigliosa come sempre, come Te
  • Gianni Spadavecchia il 20/01/2012 21:24
    Hai spiegato benissimo il tuo concetto, ottima
  • Giovanni... il 20/01/2012 21:19
    veramente bella anche se si intravede una certa sofferenza!!
  • loretta margherita citarei il 20/01/2012 20:45
    bella poesia ma non comprendo come sia possibile che si rimanga attaccati ad uomo così che dimostra di non provare amore, mi fa pensare alla canzone teorema... prendi una donna e trattala male..
  • - Giama - il 20/01/2012 17:05
    piacevoli metafore in questa tua! la luce, come il tuo stesso nome rivela è estremamente importante nella tua poesia; risplendere non solo per se stessi, ma anche per illuminare la propria vita e chi ci circonda... questo mi appare dai tuoi versi...
    Bravissima!
    ciao Gia
  • karen tognini il 20/01/2012 14:36
    Stupenda lirica Stella luce... Tornerà allora la mia vita a fare luce
    nel suo cuore.

    Così come la cera non si consuma
    senza il calore del fuoco
    così anche il mio amore per Lui
    non svanirà

    è luce del cuore... bravissima...
  • Alessandro il 20/01/2012 13:52
    Pur riposta in un cassetto, non vuoi smettere di brillare. Una speranza che alla fine si tramuta in certezza. Piaciuta
  • stella luce il 20/01/2012 13:50
    grazie per le vostre parole...@giacomo vedi alle volte serve aspettare alle volte è meglio ripartire altre volte non si deve smettere di sognare... ciò che credo conti sia la voglia di dare sperando che il Tuo amore arrivi a fare brillare l'amore nel cuore... grazie anche a anna e vilma
  • Anonimo il 20/01/2012 13:36
    Sì, come le precedenti autrici hanno commentato anche a me questa poesia ha fatto venire i brividi perché mi ricorda da vicino la condizione della donna, in certe unioni o anche in certe comunità... e la forza di saper aspettare con amore ha un ché di sovrumano. ciaociao
  • anna marinelli il 20/01/2012 09:52
    Il mio uomo mi ha presa e riposta
    sul fondo del suo buio
    per potermi un giorno ritrovare.

    descrivi efficacemente la condizione di tante donne riposte nei cassetti come candele costrette a non far luce... Brava e grazie per questo testo che è adatto al tema della Donna!
  • Vilma il 20/01/2012 07:54
    Un brivido di pelle perchè mi accomuna nel sentire... questi tuoi versi piaciuti tanto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0