PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Succo

Questa notte un po' opaca
È così dolce e così amara
Questa notte molto loquace
Mi sa dare pace

La nuvola sulla mia sigaretta
È la droga che mi inietta
Si è sempre dipendenti da ciò che non si appartiene

Questa notte è come questa
L'ultima dell'anno
Non un rosario dipinto grazioso
E celeste
Né un coltello sul cuore di chi legge

È così ineluttabile.. è così friabile
È l'incrocio di ansia e pace
È l'insieme delle mie braci

Questa notte così avara
Di rara incantevole pienezza
E così tanto piena di leggerezza
Questa notte poco lucente
In attesa del mese del niente

Il cielo anoressico di stelle
È come un corpo senz'anima
Si anima me solo con le sue vene

Questa notte fa del velluto
Il tessuto della tua pelle
Un po' come questa
Involucro di un giorno qualunque
Semmai qualunque abbia mai precisato
Sul come ed il dunque

È così irrefrenabile.. è così indescrivibile
È l'insieme di ansia e pace
O il tutt'uno dell'istinto vorace

Pergamena di poeta
Dal foglio fitto di parole
Penna di piuma nera vestita:
questo il succo della mia vita!

 

6
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • giuliano cimino il 23/01/2012 16:19
    ringrazio tutti di vero cuore
  • Anonimo il 22/01/2012 18:23
    Mi è piaciuta molto. Complimenti sinceri all'autore
  • stella luce il 22/01/2012 09:01
    Si è sempre dipendenti da ciò che non si appartiene
    ... il succo della vita è tutto questo???? Un cielo anoressico di stelle, un foglio su cui imprimere il tuo cuore... molto bella e piena di malinconia...
  • Anonimo il 22/01/2012 08:17
    una lirica bellissima che fa riflettere e che tocca il cuore bravo giuliano... un caro saluto
  • Alessandro il 21/01/2012 13:23
    Davvero bella... il succo della vita, come tu dici, ha un gusto dolceamaro.
  • Anonimo il 21/01/2012 12:09
    Il nuovo anno è stato scritto con la vecchia penna dell'anno passato... poco importa... il "succo" della questione è che per scrivere, noi poeti, abbiamo bisogno di occhi sempre nuovi e di un cuore sempre antico...
    Bellissima!!!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 21/01/2012 11:20
    Delicatissima Giuliano... un velluto di parole..
  • Don Pompeo Mongiello il 21/01/2012 09:07
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua tanto tanto bella!
  • karen tognini il 21/01/2012 07:56
    Stupenda lirica Giuliano... il cielo anoressico di stelle
    È come un corpo senz'anima
    Si anima me solo con le sue vene...

    Versi da sogno...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0