PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

E, di sera

suoni...
fremiti, di chitarra gitana
vibrar di corde e, non solo
rieccheggiano
aspettami
a svisa d'impalpabili percezioni
in sinusoidale apicale, tuo
aspettami
fra chiome selvagge di salino intrise
ramate
a cavalcare guizzi inebrianti, in tempeste d'indaco spalmato
su paludamenti di sussurri intrecciati
aspettami
è quasi notte...

 

3
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • ignazio de michele il 25/01/2012 21:03
    è motivo d'orgoglio aver letto siffatto commento... grazie Carla
  • Anonimo il 25/01/2012 20:32
    intrigante... sensuale molto bella caro poeta...
  • ignazio de michele il 22/01/2012 19:26
    Ben gentile Elisabetta... grazie
  • Elisabetta Fabrini il 22/01/2012 18:11
    Sofisticate ed eleganti parole... bellissima poesia, bravo!
  • ignazio de michele il 21/01/2012 17:55
    Grazie Nico, ben gentile...
  • Anonimo il 21/01/2012 17:13
    mi piace molto la ricercatezza che usi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0