PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Era un giorno qualunque

Era un giorno qualunque,
d'estate ardente e soffocante,
fra una lontana eco di festa campestre
e il monotono silenzio del meriggio assolato;
era uno dei tanti, tutti uguali,
ore incessanti di torpore sbiadito,
di sogni appena abbozzati
e subito rinchiusi nella mente inaridita;
era la quotidiana follia di una solitudine
senza speranza, senza più dolore,
di una rassegnazione stanca,
di un uomo che aveva dimenticato se stesso.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0