accedi   |   crea nuovo account

Guerra e pace

Corazieri scorrazzano armati
con ordini imprecisi e preordinati
da multinazionali della guerra

in tutto il mondo. Dalla prima caverna.
Agenti segreti cambion la faccia
per scombinar lo scorrazzare

di questi corrazieri, che non sono solo corrazieri ma:
con gli aerei, gli elicotteri, le navi, i sottomarini
e armi capaci di distruggere il mondo in un secondo.

E questa ruota di mercato e persone
di cui si parla poco per paura
crea paura per dominare e noi alla fame.

E questa ruota di mercato e di mostri
di cui si parla poco per interesse
crea sete, non c'e' più acqua.

E questa ruota di mercato e meccanismi
di cui si parla poco perchè sconosciute
e le finanziamo con le tasse, e rincara il cibo.

E non c'e' più un servizio, e sicurezza
e tanta mafia e mazzetta. E tutti i media
immediatamente sugli attenti

per dar la notizia che questa ruota di mercato
e persone che accidenti a loro, ci mandano in crisi
senza certezze, depressi, sull'orlo del suicidio

con malattie che non te le spieghi, e la guerra continua
in tanti, troppi paesi del mondo, e bambini armati,
non studiano la grammatica ma come colpire il carrarmato.

E questa gente continua a manipolarci e controllarci
in preda a un delirio demoniaco senza frontiere.
Anzi no. Abbiamo anche noi il potere di viver per amore

per pace e per combattere per la pace.
Che questa ruota è già inceppata
e se non si inceppa, ci rivediamo nel prossimo pianeta.

Senza paura senza questa ruota, senza odio
il giusto di tutto, hai mai letto Epicuro?
Qulcosa che somigli, a donna e uomo con sentimenti

non inquinati, non Adami ne Eve, ma Gino e Gina
si coltiva, si mangia, si fa l'amore
e nessun peccato capitale, solo vita originale.

 

5
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Raffaele Arena il 25/01/2012 21:41
    Grazie a tute per i Vostri commenti. Vi ho nel cuore. Buon tutto!
  • michela salzillo il 25/01/2012 18:40
    La tua protesta, la sposo in pieno! Senza "se" ne "ma".
    Bravo!
  • Anonimo il 25/01/2012 07:05
    Una poetica mordente della ribellione anima quest'originale testo che condivido pienamente nei contenuti e nella forma. La guerra è la legge dei potenti, misura dell'odio, manipolazione degli ultimi della Terra. La corsa agli armamenti è la logica del mercato globale che sottomette i deboli ed affamati. La pace è una meta lontana che nasce però dal superamento di un conflitto interpersonale e diventa dimensione verticale. Complimenti per la tua capacità pensante e versificatoria...
  • Anonimo il 25/01/2012 04:15
    hai levato la tua voce... ad un sistema che ci soffoca che ci toglie il respiro... la mia voce si unisce alla tua ed a quella di Morry e di tante altre per formare un coro... in fondo volgiamo solo vivere... molto belle e profonde le tue liriche raf ironiche ma vere... un abbraccio sincero
  • mariateresa morry il 24/01/2012 10:21
    La tua poesia Raf è una magnifica bandiera di protesta sociale, molto precisa, che rende il cerchio di ferro che si sta stringendo e ci impedisce di vivere, anche umanamente come uomini, schiacciandoci con preoccupazioni di " farcela". Questi sistema che stritola è molto duro e ha intaccato ogni forma sociale, ogni aspetto della vita collettiva. I due versi finali sono molto arguti... alla fine Gino e Gina vogliono solo vivere, semplicemente.. la gente per bene e semplice chiede di essere padrona serenamente della propria esistenza... Grazie Raf

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0