accedi   |   crea nuovo account

Léon Degrelle

Terra
Terra per sempre mia Terra amata
In qualche luogo ti ho lasciata
A sopravvivere all’incubo che volevo sogno
Io qui esule in altra Terra
Non penso a più nulla di cui aver bisogno

All’uomo proposi la retta via
Tentai indomito di luccicar la croce
Per la gloria perenne d’una Terra più ampia
L’antico angolo d’un grande mondo
Che ancora oggi chiamiamo Europa

Traversai più mondi per vederla Regno
Mi trovai al cospetto delle terre degli Zar
Oramai ammantate d’un indistinto rosso
Gridai il mio canto combattendo l’atlantico predone
Volai via col vento in un giorno da leone

Ho donato me stesso a questa grande causa
Immaginando l’Impero che ascendeva all’anima
Nei miei versi superstiti lascio scritto all’uomo
Il mio guerriero percorso con gli angeli
Quel sogno divino di cui sarò mai domo.

(Primavera 2001)

 

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • sara rota il 07/09/2007 16:46
    Bella poesia... ricca di voglia di fare, di volontà.
  • Federico Magi il 29/08/2007 18:31
    Grazie, Silvana. Ho notato i numerosi commenti positivi da te espressi sulle mie poesie. Il mio grazie quindi è esteso anche agli altri commenti da te postati
  • Federico Magi il 06/06/2007 16:18
    vedo che hai npreso un passo del grande Léon. Il commento te lo potevi risparmiare. Dato che non conosci nulla di questo personaggio ammirevole. Bisognerebbe certo sempre conoscere a fondo prima di giudicare. E comunque, tutto ciò mi conferma la pochezza che anima le tue riflessioni, Gianfranco.
  • lory giacobbe il 05/06/2007 14:30
    "Il mondo o lo si perde o lo si prende. Prendiamolo."
    Compiaciuta delle tue letture impegnative
  • roberto mestrone il 05/06/2007 12:29
    Inno in memoria del nazionalista belga Degrelle...
    Alti accenti d'amor patrio.
    Bravo Federico!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0