accedi   |   crea nuovo account

Dolce amata

La spalla d'avorio dolce amata,
le tue dita sacerdotali
inquiete nel delicato maneggio
delle carte a cui stai lavorando
ti tengono assorta in ciò che fai
ed esaltano il tuo capo delicato
tenuto reclinato
incorniciato dai tuoi lunghi capelli
di seta.

Ti chiedo d'uscire in giardino
a godere la dolce giornata.

Il sole irradia il verde delle aiuole
e le rose adagiate nella frescura dell'aria
mandano inebrianti effluvi.
Tu sembri una camelia dalla pelle vellutata
mia amata!

In questo verde paradiso
rimango ad ammirarti incantato
mia fulgida stella,
sento un dolce languore,
d'amore mi si riempie il cuore
e l'anima anela al tuo dolce amore.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Grazia Denaro il 25/01/2012 22:03
    Grazie del tuo apprezzamento Carla!
  • Anonimo il 25/01/2012 16:55
    bellissimi sentimenti... in questa lirica ben stilata ed elegante

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0