accedi   |   crea nuovo account

Pazzi crociati (Ramadi, 12 Agosto 2005)

Ecco gli eroi del petrolio
con le loro facce viscide
abbronzate, impomatate.

Dalle pompe laide
trasuda sangue di civili,
stanchi vecchi e bambini:

morte cammina fra gli inermi.

Volti di bronzo ridono
e spudorati negano
dagli schermi riflessi.

Le tute mimetiche
empiono bossoli
d'un olio rosso - sangue -

Brutale carneficina,
insulso rinculare
di folli pistoni.

Il pianto non può avere
d'oro nero le lacrime;
quella melma putrida

soffocherà il ghigno
dei pazzi crociati.
Pace... pace... pace.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • STELLA BRUNO il 10/11/2008 07:56
    MI È PIIACIUTA MOLTO COMPLIMENTI!
  • augusto villa il 06/06/2007 10:26
    Amara perche' così è la realtà... Bella perchè riesci a trasmettere, oltre al senso di ciò che scrivi anche il sentore di come ti senti di fronte a certe problematiche.
    In più è scritta con elegante semplicità ... e questo ne fa una perla... Bravo!!
    Complimenti.
  • roberto mestrone il 05/06/2007 12:50
    Ottima lirica su un argomento attualissimo e di cui io ne ho sempre condannato la logica spietata.
    Bravissimo Silvano!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0