PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io stanco, voi non ancora

Affogato il cuore di piombo
in oceani di malcontento,
restano a galla pensieri marinai
di quotidianità, appesi ai detriti.

Solo le più acide invidie
e i problemi raggiungono la riva,
nella stanchezza di un mattino
in cui non riesco a dire "Mi sei mancata."

Osservo voi, folla esultante
di giovani ebbrezze di vita,
volete tutto e niente "Usciamo ogni sera.
Ti amerò sempre. Ti ho tradita."

Cosa non darei per vedervi la faccia,
quando sbatterete i fianchi abbronzati
contro gli spigoli dell'esistenza
e sanguinerete residui di superbia.

Quando, dopo folli notti
di veleggiate in bottiglia,
rientrerete per la prima volta in voi,
dalla porta sul retro, e v'avvilirete.

E tutti i sogni e le raccomandazioni,
gli incoraggianti "Studia, andrai lontano."
andranno a male e verranno buttati
di nascosto nei rifiuti indifferenziati.

 

6
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 28/01/2016 06:37
    apprezzata... complimenti.
  • Raffaele Arena il 26/01/2012 00:04
    Sembra l'invettiva, con una punta di invidia da parte dell'autore per il tempo che passa e anche di rabbia per il tempo sprecato in quel gioco chiamato movida notturna. Che magari poteva essere impiegato in modo diverso. Una sorta di sabatodel villaggio leopardiano.

8 commenti:

  • Anonimo il 26/01/2012 15:31
    qui c'è tutta la tua rabbia, c'è sentimento vero... mi ha impressionato, positivamente, e direi non poco!!!!
  • giuliano cimino il 26/01/2012 00:22
    stupenda visioni di immagini retoriche messe a nudo, sputtanate, e scoperte dalla loro maschera. complimenti!
  • loretta margherita citarei il 25/01/2012 21:40
    mi piace molto come scrivi, bravo, sempre piene di significato e scorrevoli le tue poesie
  • mauri huis il 25/01/2012 18:51
    Per la miseria. scrivi proprio bene, originale e diretto. Complimenti!
  • stella luce il 25/01/2012 16:50
    questo tuo sfogo è ampiamento condiviso, peccato solo che in in "tanti" non siano ancora stanchi!!!
  • Gianni Spadavecchia il 25/01/2012 15:09
    Mi piace molto! Ha espresso concetti giusti in modo molto duro e ciò è servito anche a sfogarti, bravo!
  • karen tognini il 25/01/2012 14:17
    Scrivi davvero benissimo.. e' un piacere leggerti...

    bravissimo.. mi è strapiaciuta...
  • Vilma il 25/01/2012 13:21
    Stupenda... e non aggiungo altro, hai detto tutto tu con le tue incisive parole

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0