accedi   |   crea nuovo account

L'alcol

Forza insidiosa e incandescente
Sicuramente un'illusione
Uno specchietto per allodole.
Inganno di un attimo euforico.
Attrae fa dimenticare, stordisce
annulla, ti scava e rivolta
ti cambia la vita.
Un'altalena di alti e bassi.
Vulcanico e prepotente
ti inebria.
Mostro dei deboli.
Alleviatore delle sofferenze
delle sconfitte, delle debolezze.
La solitudine.
Tu.
Dimentichi la vita, gli affetti.
Dipendi solo da lui, e non importa
di te e del resto, ti vuole e tu ci sei.
Ti rende allegro, euforico, ridi e scherzi,
disincantato dalla realtà,
ma poi la tristezza, porta via l'anima,
l'alcol si prende il tuo mondo.
Non c'è futuro.
Osservi la vita come un cieco
tuffandoti in quell'oblio
che smemora.
Domani poi non ricordi.
E così in quel bicchiere ti bevi
il domani.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Alessandro il 25/01/2012 22:22
    Descrizione efficace degli effetti dell'alcool, con termini forti, soprattutto sulle vite dei più giovani. Unico appunto, la ripetizione eccessiva di alcuni concetti (ma è solo una personalissima opinione). Complimenti
  • Salvatore Maucieri il 25/01/2012 22:22
    Ottima poesia. Tema alquanto difficile da affrontare. Condivisa. Ciaoooooooooooooo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0