username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Equilibrista

Cercando di non cadere
cammino sul filo della mia vita
con in mano un piccolo ombrello fatto di speranze
sentendomi ora la causa del tuo squilibrio.

Di tutto pensavo e credevo
tranne di essere così pensante
da farti vacillare
come la donna cannone ora vengo lanciata nel vuoto.

Le risa del pubblico
gli sguardi sbalorditi dei bambini
mi hanno vista cadere
può mai una donna cannone camminare su di un filo.

Eppure anche lei ha un cuore e l'agilità di una modella.

L'equilibrio non verrà
fino a quando anch'essa
non sarà capace di camminare su quel filo
con tutto il peso di una vita sbagliata.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • senzamaninbicicletta il 28/01/2012 14:10
    rivedo tutte le immagini e l'amore espresso da de gregori, il peso come metafora dell'impossibilità di vivere una vita serena non a causa dei kili ma dell'idiozia dell'uomo che spesso si chiude troopo nel suo IO e intendo proprio "IO" come confine. Tratti questa poesia con immagini circensi e, malgrado rappresenti una situazione di disagio, esprime tanta dolcezza e una forte voglia di vivere che viene repressa. Sei stata molto brava ora il passo è breve, complimenti
  • Alessandro il 28/01/2012 00:35
    La ricerca di un equilibrio... non facile, dato che dobbiamo camminare sul filo col peso di una vita sbagliata. Davvero bella.

12 commenti:

  • gabriella sartori il 03/10/2013 12:41
    questo tuo scritto mi ispira tanta tenerezza... lei non è pesante ma le hanno fatto credere di esserlo. La capisco. Molto bella. grazie
  • Anonimo il 12/02/2012 01:12
    con tutto il peso di una vita sbagliata... ??????
  • Anonimo il 29/01/2012 13:30
    Se è il tuo intimo ad essere scandagliato ogni volta lo vai facendo con consapevolezza estrema e ti assicuro che già questo è la luce! Un abbraccio Stella.
  • Gianni Spadavecchia il 29/01/2012 13:17
    Molto ben scritta.. Un giorno vorrei leggere di un tuo sorriso però.
  • Anna Rossi il 27/01/2012 21:06
    tenera immagine e così vera.. in quell'equilibrio precario per mantenere il quale spendiamo tutta la vita..
  • - Giama - il 27/01/2012 14:18
    Bellissima!
    Stella! Sei stata veramente brava!

    complimenti!
    Gia
  • Ezio Grieco il 27/01/2012 14:04
    bella!
    Piaciuta tantissimo.
    cl
  • Anonimo il 27/01/2012 13:59
    Non ho parole: è magnifica. È triste, sbagliata e al coltempo dona un forte significato: la donna cannone è un personaggio buffo, talvolta deriso e alienato proprio per il suo aspetto, ma è una donna con coraggio, eleganza e bellezza; è quasi del tutto impossibile che possa raggiungere il perfetto equilibrio, ma ha la forza di provarci, con tutti gli squilibri del caso.
    Bella, stellaluce, brava.
  • Anonimo il 27/01/2012 13:51
    Molto piaciuta... quasi commovente... la donna cannone è una grande idea per esprimere con gforza quello stato emotivo della solitudine e del precario equilibrio. Piaciuto anche l'ombrellino di speranze che, pur esile, serve a tenere l'equilibrio su quel filo della vita. Che dire... a mio avviso grande idea... ciaociao
  • agave il 27/01/2012 13:26
    l 'equilibrio sì raggiunge proprio provando a camminare sul filo consapevoli delle proprie difficoltà
  • augusta il 27/01/2012 12:31
    cammino sul filo della mia vita... l'equilibrio... con il tempo forse verrà...
  • karen tognini il 27/01/2012 12:29
    Bellissimi versi Stella luce... c'è tanta solitudine... consapevolezza.. ma non perdere mai la speranza...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0