username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Io sono

Un brivido che da fastidio,
ma non lo puoi scacciare.
Un incubo spaventoso
da cui non ti puoi svegliare.

Ciò che dona pace alla fine,
ma tormento perenne all'inizio.
Sono l'odio
che passa attraverso le epoche.

Grida che mi odi,
ma temere è una tua colpa.
Scacciami con tutte le tue forze,
ma volermi è un tuo desiderio.
Non darmi colpe
perchè entrambi siamo colpevoli.

Io sono...
morte!

 

3
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 18/03/2012 12:40
    Grazie a tutti dei commenti!
  • Anonimo il 18/03/2012 11:27
    Grazie a tutti dei commenti!
  • Gianni Spadavecchia il 21/02/2012 15:10
    Molto intensa, piaciuta.. Bravissima!
  • Anonimo il 10/02/2012 11:29
    maria molto forti questi versi... sembra quasi un avvertiment... ben scritta brava...
  • Alessandro il 30/01/2012 00:47
    Una morte inarrestabile, spesso temuta, da alcuni voluta. Descrizione efficace
  • Salvatore Maucieri il 29/01/2012 20:30
    Opera ben composta e apprezzata. Brava. Ciaoooooooooooo
  • loretta margherita citarei il 29/01/2012 16:14
    intensa poesia apprezzata
  • Cinzia Gargiulo il 29/01/2012 13:34
    C'è grande forza espressiva in questi versi che trovo molto coinvolgenti... Piaciuti molto.