accedi   |   crea nuovo account

Vecchio

Il vecchio diceva sempre
che se avesse avuto la possibilità
di vivere un'altra volta,
nella prossima vita avrebbe compiuto
molti e più errori,
cercando di non essere tanto perfetto,
negandosi di più e
accettando i consigli dell'istinto,
che non sempre sbaglia.
"La serietà la manderei a fanculo,
prendendomi sul serio raramente,
solo quando costretto avrei dovuto farlo.
Sarei meno maniacale dell'ordine e della pulizia,
nuoterei fiumi e mari quando la voglia me lo avrebbe chiesto,
anche in pieno inverno,
scalerei le montagne scalzo,
fumerei come un dannato,
e prenderei a calci in culo
i medici proibizionisti delle gioie della vita.
Vivrei a stretto contatto
con la realtà dei problemi e non con la diretta immaginazione,
piscerei ad ogni angolo di strada,
amerei mille fanciulle sposandone solo una,
concepirei molti figli per gioia e per amore,
senza pensarli come un debito, ma come calore.
Sono stato una persona che ha vissuto calcolando tutto,
ogni singolo e fottuto minuto di questa vita
che sta facendo le valigie per andare via
senza nemmeno darmi un bacio d'addio.
Ho avuto anch'io momenti di felicità,
ma pochi, estremamente pochi.
Pensavo di abbracciare il bello della vita domani,
non curandomene che stava già trascorrendo l'oggi,
ed ho vissuto rinviando sempre, rinviando, rinviando.
Ma ho capito che si vive una volta sola,
e una volta al giorno,
ma tutto questo l'avrei apprezzato e fatto
se avessi un'altra volta la vita davanti.
Ma guardate, mi trovo in una sala di rianimazione... e sto morendo."

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ilmfe il 02/02/2012 10:58
    Una nuova poesia sulla vita, leggendo questi versi di Nichi si respira lo stesso senso di libertà della "vita spericolata" di Vasco Rossi, qual è la differenza???? Bèh, Vasco irresponsabilmente la sua vita spericolata se l'è vissuta a pieno facendone un manifesto, mentre qui l'autore parla di un UOMO decisamente forte, UN UOMO maturo di mille esperienze che rivivrebbe tutto ma con maggiore istinto ed esasperando le sue voglie più recondite!
    Questo uomo non è un pentito di vita vissuta bensì è una persona che umanamente si riallenerebbe nella palestra della vita caricando di più su i pesi dell'azione, della passione finanche sugli attrezzi dell'istinto e dei vizi, e facendo rilassare i muscoli del sogno e dell'introspezione, dopotutto.. "si vive una volta sola e una volta al giorno"..
    E. R.

3 commenti:

  • ilmfe il 02/02/2012 11:13
    ... di nulla... riconosco umilmente ciò che ho letto, merito tuo e di chi me le ha segnalate)))))
  • Nichi Giardino il 02/02/2012 11:04
    Grazie Emilio di vero cuore davvero grazie!
  • Vincenzo Capitanucci il 29/01/2012 16:31
    Un bellissimo omaggio a Borges... bravissimo Nichi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0