PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A volte perdo il tempo

A volte perdo il tempo
mi blocco, mi fermo

ciò che ho intorno si trasforma
si scioglie, si riforma.

Ma i rumori,
i rumori rimangono immutati.

Il cinguettar degli uccelli
e il loro sbatter d'ali.

Non sono più fuori
in piazza
ma dentro
in un giardino

Sfavillante
è il verde attorno a me
e tranquillo
giaccio puro come un bambino.

Seduto su una panchina
fisso il vuoto e penso
con i miei capelli
spettinati e senza senso.

Una farfalla
dentro di me
sbatte le ali

e copre
l'assordante rumore
della vita
e dei suoi mali.

Non posso rincorrerla
anche se realmente esisterebbe.

Tranquillo giaccio puro
su questa panchina

con questo camice bianco
che mi incatena

e blocca questa mia vita ballerina.


A volte perdo il tempo
mi blocco, mi fermo

ciò che ho intorno si trasforma
si scioglie, si riforma.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Linda Tonello il 18/11/2015 22:58
    la vita come sogno... bravo!
  • STEFANO ROSSI il 02/02/2012 15:25
    Grazie mille
  • Alessandro il 30/01/2012 00:37
    Smarrirsi nelle pieghe del tempo... una poesia introspettiva e davvero particolare.
  • cometa il 29/01/2012 21:31
    o hai l'impressione di perderlo. È importante che tu sappia fissare il tempo, e mi sembra che tu lo faccia nel modo migliore, quello riflessivo e interiore, ma non perdendo mai di vista la farfalla.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0