PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

All'alba mi dissolvo... in silenzio

La notte affonda nel nero
-scrivo in silenzio senza usare parole-

Nulla distinguo fuori dai vetri
i lampioni sono spenti
è la seconda metà della notte, la più cupa.
Taglienti si fanno i ricordi
resuscito giorni e notti, posti e cose,
sospetto che sia pericoloso ma continuo a farlo.

I pensieri scarcerati si sentono liberi di assalirmi
di costringermi a pensarti,
corrono... corrono
mi assalgono
mi si buttano addosso.
Difendermi vorrei, ma ho voce sottile
appena un sussurro spaventato.

Mentre flebile luce inclina sul tavolo
batto incerta su tastiera di freddo schermo.
Parole si sfaldano sotto le dita
sono unghie fragili da limare e lucidare.

Sono le prime luci dell'alba
ed io timidamente
mi dissolvo... in silenzio

 

6
9 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • senzamaninbicicletta il 02/02/2012 11:05
    "pensieri scarcerati si sentono liberi di assalirmi di costringermi a pensarti" io trovo molta tristezza in questi due versi e una fragilità che si concretizza in "Parole si sfaldano sotto le dita sono unghie fragili da limare e lucidare", molto bella l'espressione dei tormenti notturni che nel silenzio del lavoro ti assalgono. "scrivo in silenzio senza usare parole" un mutismo senza difese. brava.
  • Alessandro il 30/01/2012 16:56
    Un abbandono disperato alle prime luci dell'alba, i pensieri tenuti a bada ora liberi di aggredirci... atmosfera immensa, versi suggestivi. Complimenti vivissimi.

9 commenti:

  • Filippo Minacapilli il 28/02/2012 16:16
    "I pensieri scarcerati si sentono liberi di..." Quanto è vero!
    Da rileggere...
  • stella luce il 03/02/2012 13:51
    dolcissimi versi... spesso anche io nella notte fatico a dormire... odio la notte per tante ragioni, mi escono però proprio in quel momento i miei pensieri più sentiti, dolorosi ma veri...
  • Vilma il 31/01/2012 10:42
    dormirei volentieri maurihuis, ma spesso sto sveglia per lavoro e quindi la mente... e poi scrivo...
  • mauri huis il 31/01/2012 01:07
    Struggente elegia, sofferta e molto lirica. Bravissima. Ma prendi qualcosa e dormi.
  • loretta margherita citarei il 30/01/2012 17:37
    incantevole veramente bella
  • - Giama - il 30/01/2012 17:07
    Molto bella, versi intimi che riescono a trasportare nel profondo del tuo sentire!
    complimenti!
  • karen tognini il 30/01/2012 14:45
    Splendida poesia Vilma... bravissima!!!
  • Salvatore Maucieri il 30/01/2012 14:27
    Opera bella e ben composta. Brava. Ciaooooooooooooooooo
  • Gianni Spadavecchia il 30/01/2012 12:52
    Ti trovi più a tuo agio nel buio della notte che ti stringe nel suo dolore e nell'angoscia dei ricordi..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0