accedi   |   crea nuovo account

L'aquilone

dalla finestra osservo
un aquilone
sfuggito alla mano
di un bambino disattento

che per caso
si è incagliato
tra gli scarni rami
di un albero, sferzato
dal gelido vento.

Sballottato
di qua e di la dalla furia
dell'aria, s'innalza e vola
in un risicato spazio di cielo,

salvo poi accasciarsi e planare
di nuovo tra le braccia
dell'albero quando
la ventata cessa.

Simile a me quell'aquilone...
scosso il mio spirito inquieto
dalla tempesta, flagellata
anima mia sofferente
s'agita e si ribella
cercando d'uscire dalla prigione.

Sento d'appartenere
al vento, sogno un azzurro
cielo e volare libera otre gli orizzonti

ma incagliato è il filo
ai secchi rami della vita mia grama...
senza amore, senza gioia,
sola con il dolore che m'imprigiona-

 

4
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosanna gazzaniga il 30/01/2012 22:35
    Molto bella la metafora dell'aquilone, per una lirica dagli eleganti versi e dalla chiusa malinconica. Ma questo aquilone è impigliato nei rami alti, basta un soffio più forte, e poi... Molto apprezzata, complimenti!

7 commenti:

  • Anna Rossi il 30/01/2012 18:13
    metafora azzeccata. poesia molto vera. e triste, ma perchè triste è la vita, non noi... bravissima!
  • Auro Lezzi il 30/01/2012 18:08
    Uhmmmmmmmmmmmmm... Lo sai che ti capisco amicuzza... Ma...!!!
  • Anonimo il 30/01/2012 17:15
    Poesia dai versi molto tristi... ma infinitamente bella ed emozionante... brava... apprezzata!!!
  • anna rita pincopallo il 30/01/2012 17:07
    poesia molto bella ma anche molto triste, ma sono sicura che questo momento passerà e tornerai a sorridere e volare felice verso nuove emozioni, non può essere altrimenti sei una persona positiva un abbraccio
  • Vilma il 30/01/2012 17:04
    una poesia sofferta... molto... versi e metafore piaciute molto
  • Alessandro il 30/01/2012 17:02
    Una vita imprigionata, come può esserlo un aquilone in un albero, dopo essere sfuggito alle deboli mani di un bambino. Un paragone azzeccato.
  • sara zucchetti il 30/01/2012 16:36
    Brava Loretta! Bella poesia, la metafora che hai usato è perfetta, belle parole per esprimere un po' di tristezza che "volando via passerà"

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0