username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mi dicevano

Mi dicevano...
"Non proferir parola a quella ragazza!"
Essa è dissennata: parla con le rane.
Inconsueta fosti, Suwako.
Ma lo sei sempre stata:
Alienata dea della terra
Vivevi sul monte,
Sempre indaffarata.
Sul tuo regno incombeva un pericolo enorme
Troppo grande per essere contrastato da te soltanto.
Un destino inesorabile ti piombò addosso
Rapido come un fulmine.
La tua discendente è ora qui.
Un poco ti rassomiglia nell'aspetto.
È graziosa ed umile,
I capelli verdeggianti
E il volto di chi sa di essere diverso.

 

3
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti: