username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Per Alice

Quando ti trovai credevo di conoscerti,
Bellissima eri, ed ancora lo sei.
Al servizio di Madame Remilia
Alla sua corte maestosa.
Marisa ti aveva sottratto qualcosa di importante
Io volli sapere a ogni costo cosa
Per restituire il maltolto
E ridare luce e speranza al tuo dolce viso.
Ma ora che seppi che ti rubò il cuore
La mia vita è a pezzi.
Un amore perduto.
Una vita sprecata.
A inseguire una chimera lontana.
Delle immagini appaiono vivide, nella mia mente:
Ti osservavo mentre pettinavi le tue bambole, in silenzio.
Eri una bambina.
I tuoi capelli biondi compaiono nella mia testa
Incessante il ricordo che avevo di te.
Quei tempi sono ormai finiti.
E ora che sei cresciuta,
Ti osservo con ammirazione
Il tuo scarlatto grimorio tra le braccia,
I tuoi occhi di smeraldo
Il tuo viso è ormai quello di una giovane donna.
E ora che so che non potrò mai averti
Piango virili lacrime
Che pensavo non avrei pianto mai.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Salvatore Maucieri il 31/01/2012 15:45
    Molto commovente. Ottima opera. Complimenti. Ciaoooooooooooooooooooooooooooooooo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0