PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

È già notte

Acquasantiere
nella strada distorta
albeggia

devo cambiare qualcosa
prima che sia notte

donne e uomini
conducono bambini
per mano

greggi e sciami
stormi e branchi
possiedono occhi neri
silenziosi pensieri

devo cambiare qualcosa
ma è già notte

una notte astuta
che corre
tra le querce.

 

5
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/02/2012 15:12
    Ha dei toni quasi biblici questa tua poesia... davvero apprezzata!
  • senzamaninbicicletta il 31/01/2012 10:05
    "Acquasantiere nella strada distorta albeggia" versi molto difficili nell'ottica del tempo che corre. E in mezzo immagini quiotidiane quasi il desiderio di staccarsi da una realtà monotona e bigia. Senz'altro un ottimo componimento dal lirismo ermetico e apprazzabile.

5 commenti:

  • mauri huis il 03/02/2012 18:05
    non ci ho capito molto, però è bella. inquietante ma bella
  • rosanna erre il 01/02/2012 18:29
    Mette ansia.
    Sembra di stare a rincorrere qualcosa di troppo veloce.
  • Alessandro il 31/01/2012 14:41
    Cala la notte, una notte astuta, che non ci dà tempo per cambiare le cose. Ermetica e bellissima
  • loretta margherita citarei il 31/01/2012 09:31
    eh sì, da molto che è notte, piaciutissima
  • karen tognini il 31/01/2012 09:29
    Introspettiva... . ermeticamente bellissima...
    bravo vincenzo!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0