PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sono

Colo lacrime sul tuo petto
e impronte nette sulla schiena.
Detergo con la lingua
... il brivido fecondo
della piena aurora
mentre il tuo ventre
deposita su di me,
l'ombra che mi ammira.
Ti sento addosso,
leggero premito che m'invoglia
e l'inumidito intento
che cattura
ti segue, t'avvinghia ancora,
io sono tua.

 

3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 10/02/2012 01:22
    L'autice esprime un erotismo di alto livello in versi deliziosi e non volgari. Emozionante ed eccitante. E quanto vero il concetto di sentirsi mentre siamo in intimità con l'altro. Mai titolo poteva essere più azzeccato. Dimostrazione di carattere e forza! bellissima!!!

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0