accedi   |   crea nuovo account

Notte

Notte quanto ti ho temuto
mi facevano tremare le tue dita nere
che serravano il mondo dentro al tuo mistero
i muri spessi dove si nascondevano gli incubi
e ululavano i lupi
restavo ad ascoltare la tua voce
quando pallida sedevi in fondo al letto
cercando di riannodare i miei pensieri
e dentro il tuo labirinto non trovavo
via d'uscita
e danzavano i fantasmi nelle luci della sera
ma poi arrivavi tu
fingere di dormire per lasciarmi rapire
dal tuo sicuro abbraccio
e oggi che mi manchi
AMO LA NOTTE
e ti vengo a cercare
là dove solo dentro ad un sogno
ti posso incontrare

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Auro Lezzi il 02/02/2012 08:36
    E qui la tua passione trattenuta dal tuo pudore,,, E sempre con tanta dolcezza.

1 commenti:

  • bruno guidotti il 21/01/2014 18:43
    Sempre grande, sempre fra le prime. Ogni volta che ho il piacere di leggere le tue poesie mi ispiro. senz'altro sei una delle mie muse

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0