accedi   |   crea nuovo account

E siamo sassi

Il tempo che scorre
defluisce negli sguardi assenti
di speranze mai vinte
e trova tregua nel ricordo.

Ne assopisce dolori costanti
pietre miliari della vita,
inesorabili compagni di viaggio
dai mutevoli colori.

E siamo sassi gettati nel lago:
restiamo sul fondo
sfiorando deboli respiri
nuotando contro correnti mai vinte.

In quel greto svuotato
sembriamo inerti gettati,
abbandonati all'oblio del tormento:
il ritorno alla sabbia è libertà.

 

3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 17/08/2013 06:16
    Apprezzata, complimenti...

4 commenti:

  • ignazio de michele il 22/02/2012 20:53
    come ho già avuto modo di scrivere per incensare le tue composizioni, ribadisco gli stessi concetti che volendoli chiosare, si può senz'altro scrivere: brava
  • calogero pettineo il 03/02/2012 12:36
    una lirica molto apprezzata per il contenuto. ciao
  • Salvatore Maucieri il 02/02/2012 20:54
    Bellissima poesia. Brava. Ciaoooooooooooo
  • anna marinelli il 02/02/2012 12:05
    sassi gettati nel lago.. che giacciono nel fondo senza una mano amica che li tiri su, al centro dell'onda...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0