accedi   |   crea nuovo account

Furore di corpi

Furore di corpi
Frastuono di sensi aguzzi
Ed unghie
E cosce
E lombi che fremono urlanti.
Sensazioni violente, incoscienti :
non io, non tu,
un noi infinito
che palpita
carnalità urlante
mentre
mani
e bocche
ed umide lingue dannate
Esplorano
I confini estremi del desiderio.
Doloroso piacere
Sale dal ventre,
Cresce la sete
Tra l'umido profumo
Di corpi squassati.
Sudore morboso di fianchi
Di pelle
E dita
E labbra.
Piacere
Dolore
Piacere
Dolore.
Dov'è il nulla?
Dove il tutto?
Dove il silenzio?
Dove l'oblio?
Cresce
Cresce
Cresce
Dov'è il confine,
dove la soglia?
Non io
Non tu
Solo noi
E cresce
Cresce
Cresce.
Urlanti sospiri
Delirio
Umori tonanti
Infiniti
E cresce
E cresce

12

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Mara il 09/02/2012 19:53
    Cosa dire su questa poesia?! Sono d'accordo con Vincenzo: BELLISSIMA.
  • Vincenzo Capitanucci il 02/02/2012 13:15
    non io.. no Tu.. Noi... un noi infinito che palpita impalpabile nella carne urlante...

    Bellissima... Ivano...