accedi   |   crea nuovo account

Io urlo

Perché ogni mattina alle 5
sento Uomini per strada recarsi al lavoro
penso

io urlo
Perché quando un bambino muore
di fame e di sete
e la mia impotenza è solo patetica compassione
penso

io urlo
Perché credo in un popolo di stupidi
adeguandomi alle sue convenzioni
esulto per un goal e resto indifferente alle catastrofi
penso

io urlo
Perché per portare pace
gli uomini inventano le guerre
e muoiono sempre i più deboli
penso

io urlo
Perché i preti predicano
gli intellettuali pontificano
i giornalisti scrivono cazzate
penso

io urlo
Perché Casini è ancora in politica
e la politica è solo un gran casino
penso

io urlo
Perché mi sento vittima sacrificale
solo quando non posso essere carnefice
penso

io urlo
Perché guardo la televisione ogni sera
leggo giornali
navigo in internet e mi sento intelligente
penso

io urlo
Perché il potere di pochi ha compromesso molti
il benessere è un'illusione legato ad un invisibile filo
e chi lo tiene in mano è un bastardo
penso

12

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Hisaya il 01/03/2012 02:14
    poesia bellissima, e.. mi hai tolto le parole di bocca! XD
  • Vincenzo Capitanucci il 16/02/2012 06:25
    Bravissimo Cesare... mi era sfuggito... il Tuo urlo... ed urlo con Te...
  • Dolce Sorriso il 03/02/2012 21:59
    una poesia molto significativa... molto apprezzata...
    io urlo... sei bravoooooooooooooooooo!!!
  • karen tognini il 02/02/2012 11:53
    Se urlassimo tutti sarebbe un mondo migliore... ma molti rimangono pesci...
    grande Cesare...
    veramente molto bella!!!
  • Anonimo il 02/02/2012 11:40
    Capolavoro. complimenti, davvero.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0