PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Processi Creativi

Col primo verso a dire il vero vado cauto:
Nel secondo potrei aver l'ispirazione...
Invece non v'è alcuna soluzione
Ed al quarto sono sempre punto e a capo.

Il quinto invece... quello proprio non lo trovo
Il sesto mi pareva il più complesso
Il settimo non viene, non c'è verso
Ma dall'ottavo sono fermo, non mi muovo

Dal nono perlomeno è un'altra storia
Son lì lì, pronto a dire ciò che voglio
Ed invece -ecco- ho perso la memoria!
È che tra poco è già finito, se non sbaglio;
Col penultimo la storia non migliora,
Ma al quattordici mi corico, ch' è meglio!

 

5
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 02/02/2012 18:25
    È il bello del verseggiare, caro John, non sai mai dove ti porta ma ti fa stare bene, la poesia è sempre una creatura che nasce piano piano, e non è mai nè giusta nè sbagliata, è solo poesia, da far emergere dal proprio io. apprezzare e fare apprezzare. Complimenti per l'originalità e cordialità.

3 commenti:

  • Gion Strusciante il 04/02/2012 11:29
    grazie mille ragazzi, sono contento che vi sia piaciuta
  • Alessandro il 03/02/2012 13:50
    Descrizione simpatica di una creazione poetica, fino all'ultimo verso, dove la stanchezza impone di coricarsi. Complimenti vivissimi
  • Vincenzo Capitanucci il 02/02/2012 13:06
    il primo verso... contiene già l'ultimo... e non si sa mai in qual inconscio si va a terminare... magari sdraiato... divorati da uno iato.. mai nato... lol..

    Simpaticissima.. Gion..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0