PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Misero pisello mio

Misero pisellino mio,
figlio di una madre
e padre di cento figli.
Buffo e segregato
in quelle mutande a scacchi.
Nessuna donna ti guarderà
ma ti desidererà
Nessuna donna ti capirà
ma finché guizzante, ti amerà.
Per tutto il tempo che fiaterai
s'invaghiranno delle tue parole
ma appena alzerai un dito, inorridite
ti diranno : "dove vuoi arrivare!"
Lanceranno occhiate furtive
ad ogni tuo accenno d'impennata
e se così non fosse ti puniranno.
Quando vorrai di più, per primeggiare
senza un motivo ti castigheranno
perché fai male
perché sei cattivo... perché sei vivo!
Cosa ti turberà di notte,
quali incubi ti faranno tremare
Misero pisello mio
forse bramerai lei e bestemmierai
quel fuoco che ti nasce dentro.
Misero pisello mio
che anche stanotte fai pipì
e sei orgoglioso di te
delle soddisfazioni prese sul campo,
di tutte quelle botte.
Tutto ciò che farai
lo farai per lei per apparir bello
anche se pelato, agli occhi suoi.
Chi ti farà compagnia
in quei giorni che io non ci sarò
misero pisello mio
cosa ti lascerò.

 

1
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 03/11/2015 00:06
    molto bella... complimenti.
  • Anonimo il 13/09/2012 15:10
    un po' surreale se non demenziale ma stupenda!

4 commenti:

  • Nichi Giardino il 13/09/2012 15:39
    Grazie davvero
  • Anonimo il 06/02/2012 18:12
    mi son divertita molto
  • Nichi Giardino il 02/02/2012 18:00
    Grazie gentilissima
  • Rossana Russo il 02/02/2012 17:38
    Simpaticissima poesia.. hai toccato un tema volgare senza renderlo tale.. complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0