PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Brezza di luce

Insieme andiamo verso l'infinito
slittano i passi sugli aguzzi sassi
ma ecco bellezza mi sorprende
lì sull'ultima scogliera
sospesi siamo fra cielo e mare.
Lo sguardo spazia
in trasparenti onde di gioia
e il mare... ride.
Di lato un anfratto vedo
e fra nere laviche pietre
brilla cristallina verde acqua
che, in rilucenti granelli di luce,
diventa pace e rasserena il cuore.
Incrocio il suo azzurro sguardo
sintonia di fede corre fra noi,
e siamo già in preghiera.
Padre nostro che sei sul mare
e il vento porta il nostro grazie al cielo.
Un silenzio azzurro ci avvolge e ci ristora.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • bruno guidotti il 06/06/2014 11:33
    Il soggetto è molto bello, peccato che tu ti sia dilungato su troppi aspetti, credo che se ti fossi limitato su alcuni moto belli, la poesia ci avrebbe guadagnato.
  • Angelo Senatore il 28/03/2012 15:39
    MAGNIFICA DESCRIZIONE, BELLA POESIA
  • Enrico Ferrini il 29/08/2010 09:20
    Bella... eppure quegli scogli aguzzi nell'incipit rimangono taglienti per il resto di una poesia dai toni altrimenti smussati e dolci
  • Rosarita De Martino il 15/10/2006 15:13
    Enza Conti, responsabile della rivista letteraria “Il Convivio”, così commenta la poesia:
    “Brezza di luce” trascina il lettore verso nuovi orizzonti, dove è possibile toccare il cielo e la terra, un mondo fatto di colori e di speranze. Con la sua poesia, Rosarita De Martino regala un mondo avvolto da mille sfumature, colori forti ed intensi, che non si lasciano intimorire dal nero della lava dell’Etna. È il paesaggio solare della Sicilia, che consente di camminare anche sugli aguzzi sassi. I versi sono permeati di metafore, che rafforzano il dire poetico. Infatti gli aguzzi sassi in fondo sono quelli che ogni uomo trova lungo il cammino della propria esistenza (&hellip. L’autrice, attraverso questi versi regala forti emozioni attraverso le quali si sprigionano gli aspetti più intimi e creativi dell’essere poeta-solare, ecco perché “lo sguardo spazia/ in trasparenti onde di gioia/ e il mare…ride…”. “Brezza di luce” si può definire una poesia che aumenta il valore delle parole e dei pensieri. Enza Conti
  • Rosarita De Martino il 15/10/2006 15:10
    Enza Conti, responsabile della rivista letteraria “Il Convivio”, così commenta la poesia:
    “Brezza di luce” trascina il lettore verso nuovi orizzonti, dove è possibile toccare il cielo e la terra, un mondo fatto di colori e di speranze. Con la sua poesia, Rosarita De Martino regala un mondo avvolto da mille sfumature, colori forti ed intensi, che non si lasciano intimorire dal nero della lava dell’Etna. È il paesaggio solare della Sicilia, che consente di camminare anche sugli aguzzi sassi. I versi sono permeati di metafore, che rafforzano il dire poetico. Infatti gli aguzzi sassi in fondo sono quelli che ogni uomo trova lungo il cammino della propria esistenza (&hellip. L’autrice, attraverso questi versi regala forti emozioni attraverso le quali si sprigionano gli aspetti più intimi e creativi dell’essere poeta-solare, ecco perché “lo sguardo spazia/ in trasparenti onde di gioia/ e il mare…ride…”. “Brezza di luce” si può definire una poesia che aumenta il valore delle parole e dei pensieri. Enza Conti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0